"Eating Apes"

Recensioni e consigli per la lettura da chi ama i libri e i suoi tanti generi
Regole del forum
Leggere attentamente le R E G O L I N E presenti in ogni sezione del forum prima di postare. Grazie per la collaborazione.
Avatar utente
skorpio
Dreamer Advanced
Dreamer Advanced
Messaggi: 545
Iscritto il: 7 luglio 2006, 23:24
Maschio o Femmina: M
Non connesso: Non connesso

"Eating Apes"

Messaggioda skorpio » 11 agosto 2007, 19:21

"Eating Apes", di Dale Peterson, con fotografie di karl Amman,
rivela gli sconcertanti retroscena di un ecocidio in corso,
un massacro d proporzioni tali che nemmeno chi conosce bene l’Africa può interamente immaginare. Ormai i tre parenti piu’ prossimi all’uomo, gorilla, scimpanzé e i bonobo nel Bacino del Congo sono destinati all’estinzione entro i prossimi 10 anni. Una tragica fine che tocchera’ presto anche agli elefanti e a numerosi animali di foresta.

KARL AMMAN e’ un affermato fotografo ed attivo conservazionista.
E’ consigliere in numerose organizzazioni che comprendono la World Society for the Protection of Animals, il Great Ape Project, il Bonobo Protection Fund,la Cheetah Conservation Fund ed il Biosinergy Institute.
Le sue fotografie e le ricerche sullo sterminio della fauna nelle foreste tropicali del Centro Africa e sul commercio illegale di bush meat o carne di foresta , sono state pubblicate sul NewYork Time magazine, Stern,Natural History, Outdoor Photographer e su molte altre pubblicazioni.

Nel suo libro riferisce
di alcune grandi organizzazioni protezionistiche che non hanno voluto pubblicare i suoi rapporti
ed i suoi allarmanti reportages fotografici.
Ha chiamato le loro strategie di comunicazione feel-good conservation che traduciamo in:
Vi mostriamo le bellezze della natura-
date il vostro contributo per conservarla cosi’ dormirete sonni tranquilli


http://www.gaiaitalia.it/modules.php?name=gorilla


Immagine
Amiamo la vita non perché siamo abituati alla vita, ma perché siamo abituati ad amare.
C’è sempre un po’ di follia nell’amore. Ma c’è sempre un po’ di ragione nella follia.

chat gratuita