curzio malaparte

Recensioni e consigli per la lettura da chi ama i libri e i suoi tanti generi
Regole del forum
Leggere attentamente le R E G O L I N E presenti in ogni sezione del forum prima di postare. Grazie per la collaborazione.
Avatar utente
zapata
Dreamer Senjor
Dreamer Senjor
Messaggi: 344
Iscritto il: 24 gennaio 2007, 23:37
Non connesso: Non connesso

curzio malaparte

Messaggioda zapata » 12 marzo 2008, 22:10

dal: maledetti toscani


Oh, le belle livornesi, fanno un figlio ogni due mesi.

Oh le belle livornesi, dalle spalle rotonde, le braccia tornite, la fronte aperta come un davanzale.
Proprio come un davanzale sul mare.
Dove alti alberi dalle vele bianche passano davanti a vasi di gerani, e nuvole azzurre trascorrono in un cielo vermiglio


O livornesi che sempre state alla vela al remo al timone tanto vento voi respirate che avete il culo chiacchierone.
L''Arcitaliano



Se fossi un livornese, di quelli veri che dicono «deh» e parlano a mano aperta, muovendo le dita, come per far vedere che nelle loro parole non c'è imbroglio, vorrei star di casa in qualche Scalo della Venezia.
Non già nei quartieri, nelle piazze, nelle strade disegnate con la matita dolce, con l'aiuto di squadra e di compasso, dagli ordinati e generosi architetti dei Granduchi, ma in questo quartiere che i livornesi chiamano La Venezia, qui nel cuore della vecchia città, a due passi dalle Carceri, dal Monte Pio, dai Bottini dell'Olio.
Che bella vita sarebbe, che vita semplice e felice! Non però così semplice come parrebbe a prima vista.
E innanzi di cominciar la mia giornata vorrei riposarmi della lunga notte, riposarmi di quella grande e dolce fatica che a Livorno è il sonno.


Immagine

chat gratuita