liberazione

Per chi ha poesia nelle vene o ama quelle altrui, uno spazio per poeti e sognatori in rima
Regole del forum
Leggere attentamente le R E G O L I N E presenti in ogni sezione del forum prima di postare. Grazie per la collaborazione.
Avatar utente
nergal
Non connesso:

liberazione

Messaggioda nergal » 14 gennaio 2017, 17:43

Perso
Tra i giorni
che non finiscono mai
vado avanti
senza emozioni
mi trascino tra bugie e false verità
Il buio mi circonda
mi disturba,
mi assale,
ha preso tutto quello che c’è vicino a me
E lo ha reso senza anima
Provo ad accedere una luce
non mi conforta.
Non vedo la mia ombra,
sento un caos di figure
che si muovono intorno a me;
a volte sembrano che abbiano pena di me
a volte per loro non esisto
è questo il vero tormento.
Ogni giorno metto una maschera
Provo a vivere
Ma la prigione dentro me mi soffoca
Vedo il mondo intorno a me su uno specchio riflesso,
provo ad entrarci
Ma alla fine mi chiudo ancora di più nel mio mondo.
Mi sento di urlare
non riesco a parlare
migliaia di persone mi passano di fianco
non le riesco a toccare
vorrei parlare
parlarci,
sembrare uno di loro
uno normale
non ci riesco
mi sembra di tradirmi.
Le parole in gola ormai sono un groviglio
sono bloccate
mi fanno stare male
mi bloccano
L’apatia vince su tutto
E mi fa spegnere e non veder le speranze che mi circondano.
Divento isola
vorrei andare in giro
navigare tra le persone
Empatia tanto ambita e tanto sconosciuta
invece sempre più mi fermo a pensare sul nulla.
Mentre la mia vita va
vorrei fare migliaia di cose,
riesco a fare solo progetti
Idee, false rassicurazioni
coccolato dalla facilità del domani
perché domani farò, dirò
mi sveglierò, mi toglierò la maschera
sarò me stesso.
Invece ogni giorno, ogni mattina rimetto la maschera
Perché è troppo più facile
è come se il domani non fosse mai arrivato
rivivo lo stesso giorno da non so più quanto
Come se non fosse mai passato
sento che il mondo intorno scappa
io sono fermo, in ritardo pensando a domani.
Mi sento scivolare addosso
come gelide gocce di un temporale estivo
L’amore di chi mi sta vicino
E più cerco di avvicinarmi
Più lo respingo quasi con divertimento.
Quanto vorrei farmi travolgere dalle acque di un temporale
lasciarmi andare
ma ogni volta che mi sento pronto esce il sole.
Vorrei essere in qualsiasi altro posto,
parlare qualsiasi altra lingua,
essere decine di persone diverse
mi preparo ogni giorno per partire ma non ci riesco mai
perché la prigione è dentro di me
il domani è il mio carceriere
tocca a me liberarmi
ed è difficilissimo

chat gratuita
Avatar utente
Shen92
Nuovo Utente
Messaggi: 7
Iscritto il: 15 gennaio 2017, 13:04
Maschio o Femmina: M
Segno zodiacale: Bilancia
Località: Nord italia
Non connesso: Non connesso

Re: liberazione

Messaggioda Shen92 » 28 gennaio 2017, 12:05

Hai espresso bene quello che è' capitato anche a me e credo ad altri ancora... a volte desideriamo essere di più liberi e i nostri panni sono stretti, Lo sconforto arriva e prendere in mano la nostra vita diventa più dura..e poi chi ce lo fa fare?con quale scopo? D cambiare la propria vita come?? Non c'è una soluzione immediata e quindi si sopravvive insoddisfatti per il resto della giornata .. ma ci sono anche le soluzioni! Io non credo che tu abbia una prigione dentro vera e propria (se posso permettermi di fare il consulente L-) ma piuttosto della stasi...metti in moto quello che desideri senza esitare a breve e qualcosa è pure obbligato a succedere di buono
Un detto dice: se non riesci ad accendere un fuoco cambia posto
La partecipazione attiva al Forum lo rende vivo!